Che cosa significa virtualizzazione server Linux?

Oggi sono andato per un'intervista e mi è stato detto che per alcuni mesi, farò la virtualizzazione server Linux. Sappiamo cosa significa virtualizzazione da quando uso Virtualbox, ma non sono completamente sicuro di come si riferisce ai server o come viene di solito utilizzato in un tipico scenario di lavoro. Posso avere brevi spiegazioni su questo? Si prega di essere tecnici.

Grazie!

  • Perché un server a 32 bit support 32 GB di RAM?
  • Qual è la differenza tra un server cloud e un server virtuale e un server dedicato?
  • DRBD / Heartbeat sulle macchine virtuali
  • Può una macchina virtualizzata avere le risorse CPU e RAM di molteplici macchine fisiche sottostanti?
  • Posso eseguire un guest KVM con un sottostrato btrfs come file system?
  • Migrazione di workstation virtuali (VMWare) da AMD all'hardware Intel
  • Come aggiungere storage virtuale come SSD in KVM
  • Come aggiungere la documentazione in formato wiki (MediaWiki)?
  • 2 Solutions collect form web for “Che cosa significa virtualizzazione server Linux?”

    Cos'è la virtualizzazione

    Insum, la virtualizzazione è la creazione di qualcosa di virtuale (anziché fisico o reale) come un sistema operativo, un dispositivo di memorizzazione, un server o addirittura un dispositivo di networking (ad esempio un interruttore).

    Poiché si chiede specificamente per quanto riguarda la virtualizzazione di Linux, presumo che si riferisca a server e desktop:

    La virtualizzazione del server è la maschera delle risorse del server (incluso # e l'identity framework; di singoli server fisici, processri e sisthemes operativi) dagli utenti del server.

    Virtualizzazione desktop i la mascheratura delle risorse del desktop (incluso # e l'identity framework; di singole macchine fisiche, processri e sisthemes operativi) dagli utenti desktop.

    Con ciascuno – L'intento è quello di risparmiare l'utente di wherer capire e gestire dettagli complicati delle risorse server / desktop, aumentando la condivisione e l'utilizzo delle risorse e mantenendo la capacità di espandersi in un secondo momento.

    Approcci alla virtualizzazione (linux)

    Ci sono molti approcci diversi per virtualizzare un sistema, ciascuno con i propri vantaggi e svantaggi.

    1. Paravirtulization:

      In poche parole, per funzionare in modo più efficiente, il kernel del sistema operativo guest viene modificato per un kernel che si comport bene in un ambiente virtualizzato.

      Xen, lguest e User Mode Linux eseguono la paravirtualizzazione su x86.

    2. Virtualizzazione hardware

      Le CPU Intel VT e AMD-V hanno la capacità di eseguire tutte le istruzioni in una macchina virtuale priva di privilegi e li comportno bene. La maggior parte delle risorse sono emulate (come l'orologio). Tuttavia, consente una implementazione molto più pulita della virtualizzazione completa.

      Xen e KVM fanno la virtualizzazione completa assistita hardware.

    3. Virtualizzazione a livello di sistema operativo – (contenitori)

      I contenitori non eseguono affatto macchine virtuali, ma semplicemente separano gli ambienti dello spazio utente multipli, mentre tutto avviene sotto un singolo kernel. (Una delle ragioni principali di molti amministratori di sistema è che hanno solo bisogno di patch o di mantenere un kernel rispetto a molti.) I sisthemes di contenitori tendono ad avere bassi sovraccarichi e ad alta densità, ma anche isolamento inferiore tra i diversi contenitori. Questo ovviamente arriva a un costo – come i sisthemes contenitori consentono solo un kernel in esecuzione – tuttavia sostengono diverse distribuzioni Linux nei diversi container contemporaneamente. Esistono diversi sisthemes di contenitore, come Solaris Zones, Linux-VServer e OpenVZ / Virtuozzo. OpenVZ ha un'isolamento relativamente completo di risorse tra i diversi contenitori, gli altri due hanno un po 'less controllo. FreeBSD Jails può essere visto come un precursore dei contenitori – tuttavia Jails naturalmente o fare che BSD non è Linux.

    Speriamo che questo aiuti a darti una semplice rottura della virtualizzazione Linux.

    Suggerisco di sbirciare sul Proxmox Project http://www.proxmox.com/products/proxmox-ve È opensource – e ti permetterà di testare non solo KVM ma anche la virtualizzazione basata su Container sullo stesso sistema contemporaneamente.

    Assicurati di commentare questo scrittore e votare.

    Glen ti ha fornito una descrizione tecnica di ciò che la virtualizzazione è, ma non molte informazioni su quali sono i vantaggi.

    IME, i punti principali sono:

    • Disponibilità – poiché la sua macchina virtuale, tutta la configuration (e la maggior parte di solito) è indipendente dall'hardware sottostante. Quindi, in caso di guasto hardware, è semplice avviare l'image da qualche altra parte. Ciò è particolarmente importnte per la pianificazione della continuità aziendale.
    • gestione della capacità – ad esempio non è necessario un server dedicato solo per eseguire l'applicazione che viene utilizzata solo dal libro paga per 2 giorni al mese – può sedere nella stessa casella fisica del server intranet
    • Sviluppo – puoi build il tuo server in modalità offline, applicare patch, provare prima di sostituire il server esistente, senza wherer disporre di una macchina fisica di riserva con la stessa configuration
    • consolidamento hardware – guardando il TCO, il grande ferro può essere più economico rispetto ai server più piccoli (in particolare con i costi di potenza crescente), ma per le ragioni sopra indicate, l'utilizzo di macchine virtuali rende l'applicazione più flessibile
    • Supporto – proseguire sul tema dello sviluppo, indagare le interruzioni, le performance e le problematiche funzionali è molto più facile quando si può get l'accesso al sistema che causa i problemi – essere in grado di lavorare su una copia esatta ha il vantaggio che non è necessario prendi il sistema live in linea.
    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.