Come si aggiunge un disco fisico (raw) a una macchina virtuale in VMware Server 2 in un host Windows?

Ho un host Windows a 64 bit che esegue VMware Server 2. Ho bisogno di creare VM che utilizzeranno le partizioni crude per le mie installazioni Linux e Windows XP. Le versioni precedenti di VMware avevano un'opzione per aggiungere un disco rigido, ma VMware Server 2 mi permette solo di aggiungere un disco fisico tramite la procedura guidata.

Se fossi in esecuzione un host Linux, creerei un dispositivo pass-through SCSI, ma quando provo in Windows le altre partizioni non vengono visualizzate (solo il CD-ROM si presenta come un dispositivo SCSI).

  • Failover DNS quando Datacenter è morto
  • VMware Remote Console Plug-in e VMware Infrastructure Web Access (Firefox, Chrome e Internet Explorer su Ubuntu 10.04)
  • Soluzione di storage condivisa per ~ 200 nodes di calcolo
  • Il sottodominio non è risolto a ipv6
  • Alta disponibilità di Redis e bilanciamento del carico
  • Il modo più veloce / migliore per eseguire Windows VM senza testa senza Linux
  • Come posso accedere ai dischi raw in VMware Server 2 in un host di Windows?

    EDIT: Esiste un metodo non supportto per aggiungere un disco raw ad un host Linux modificando i file .vmx e .vmdk. Negli host di Windows, le persone hanno dichiarato di essere in grado di importre macchine virtuali esistenti che dispongono di dischi rigidi, quindi sembra che la funzionalità esista ancora ma non è più esposta dall'interface utente. Mi chiedo se qualcuno abbia ottenuto il metodo non supportto per funzionare in un host di Windows. Ho provato, ma non sono riuscito a farlo funzionare.

    6 Solutions collect form web for “Come si aggiunge un disco fisico (raw) a una macchina virtuale in VMware Server 2 in un host Windows?”

    Sto attualmente pensando di aggiornare il mio VMware 1.04 alla versione 2 – ma utilizzo i dispositivi fisici per le mie macchine virtuali al momento. Ho notato una grande differenza di performance tra le unità disco virtuali e fisiche.

    La nuova Guida per l'utente di VMware Server mi dice di non aggiornare: "VMware Server 2 non support dischi fisici (crudi)". (p.44) – questo dovrebbe rispondere anche alla tua domanda.

    Suppongo che, dal momento che il dispositivo che si desidera utilizzare nel tuo VM ha un file system, quello che farò è che avrei installato l'host questo file system e poi esportto utilizzando NFS. Successivamente utilizzerei il client NFS nel VM per connettersi a quel file system.

    Volevo solo farvi sapere, funziona in Windows con accesso al disco raw, ma manca l'UI:

    Ho riutilizzato una macchina virtuale del server VMWare con l'accesso al disco raw. Ha funzionato con Windows XP. Ma ora ho copiato l'integer HDD su un più grande, e notai la mancanza dell'interface utente.

    Forse questa può anche essere una bella soluzione: http://communities.vmware.com/message/1459563#1459563

    VMware sembra favorire l'approccio "Mappatura Raw Device" sull'uso di dischi fisici / partizioni per i loro prodotti server, in base a: http://www.vmware.com/pdf/esx25_rawdevicemapping.pdf

    Sull'ospite a 64 bit di Windows 7 ho potuto creare un guest Linux che esegue da un disco fisico secondario su VMware Server 2 saltando la sezione Creazione disco rigido e aggiungendo un "passthrough SCSI Device" allo stadio "Ready to Complete" where ho potuto scegliere un disco fisico da colbind alla macchina virtuale. Non so perché i tuoi non stiano presentando. Stai utilizzando dischi SATA o IDE? Se quest'ultimo, allora questo potrebbe essere il problema.

    Ovviamente questa opzione consente solo di passare un integer disco, non delle singole partizioni, che potrebbero causare problemi se la macchina host è in esecuzione dallo stesso disco o se si tenta di utilizzare una partizione già installata.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.