Come si può importre una macchina Linux esistente in Rackspace?

Come importre una macchina Linux esistente in Rackspace è piuttosto quello che vorrei sapere. Ho una VM ospitata in un datacenter e vorrei spostare quella VM, configurata e corretta per Rack Space Cloud Server

Non mi piace molto l'idea di wherer utilizzare solo immagini in rack, ma se non ho veramente scelta allora le idee su come caricare la mia image sul rackspace? O forse qualsiasi fornitore di nubi.

Grazie,

  • SSH che utilizza l'inoltro degli agenti con il sistema operativo Windows Host, il sistema Vagrant Ubuntu Guest Guest e il Keepass / Keeagent
  • Computer su crash di networking
  • Come aggiungere storage virtuale come SSD in KVM
  • Dovrebbe essere autorizzato all'host di virtualizzazione di eseguire qualsiasi servizio?
  • Virtualizzazione per Linux (VMware vs VirtualBox vs KVM vs ...)?
  • Xen alternativa per VMware Infrastructure
  • Time Drift sui server VM, ha bisogno di una soluzione affidabile
  • ZFS virtualizzato su un volume LVM
  • 3 Solutions collect form web for “Come si può importre una macchina Linux esistente in Rackspace?”

    Se si desidera rompere il block del fornitore di cloud, è necessario considerare Cloudify . Svolgiamo suite di prova Cloudify di notte su Rackspace, Amazon EC2 e HPCloud o addirittura su metallo nudo usando immagini standard fornite da ciascuno dei fornitori di cloud. Ogni applicazione viene installata e gestita su un'image pulita utilizzando ricette predefinite. È ansible utilizzare queste ricette anche per configurare il sistema operativo.

    Puoi leggere questo bel blog su Cloud Portability :

    Rackspace non ha modo di spostare i server tra account – se chiedete assistenza su questo, vi indirizzeranno al loro articolo sulla migrazione di w / rsync – molto less un modo per importre le proprie immagini.

    E una parola di caucanvas: CloudServers è grande se stai cercando qualcosa tra hosting condiviso e dedicato, cioè una macchina che non cambierà molto. Per una configuration in cui si desidera ridimensionare e clonare per adeguarsi al carico di cambiamento, è completamente interrotto – il dimensionamento spesso non riesce senza avviso o spiegazione. La soluzione è creare un'image (che a volte non funziona) e quindi creare nuovi server da questa image. Ciò provoca nuovi indirizzi IP, che possono essere una vera mal di testa dovuta al DNS, alle liste nere, ai firewall, ecc.

    So che questo è un thread vecchio, ma la risposta è cambiata – ora c'è un modo per farlo. Puoi utilizzare il metodo descritto in http://boot.rackspace.com/ per avviare da una fonte di avvio iPXE – controlla questo URL per ulteriori informazioni.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.