Installare il software su CentOS: binari o rpm?

Sono abbastanza nuovo per i sisthemes Linux. Ho la possibilità di installare un software ( ImageMagick ) utilizzando il suo .rpm o compilando la sorgente da .tar.gz ( che ho già fatto) .

  1. Quale dovrei scegliere?

  2. linux + corrisponde solo VALIDO IP dal file di text in altro file
  3. Controllo di accesso di networking con Linux
  4. Terminale seriale su ethernet
  5. Cactus Grafica di media di carico non corrette
  6. Come identifica Outlook "Extra Line Break"
  7. Apache "Client negato per configuration server", nonostante consente l'accesso alla directory (configuration vhost)
  8. Se rpm -Uvh <filename> rpm, devo usare rpm -Uvh <filename> o utilizzare yum per installare il rpm?

  9. Se scelgo di installare i binari, qual è il modo più comune di installazione (per l'utilizzo da Apache / httpd)? Penso che dovrei scaricare il file .tar.gz in /usr/local/src , disimballalo con tar zxvf <filename> , quindi ./configure , make , make install . Generalmente se faccio questo, i binari passano automaticamente a /usr/bin (si fa per ImageMagick) ei routes ambientali vengono impostati per tutti gli utenti?

  • `outputscript | gzip> $ file` non sovrascrivere $ file
  • carichi mod_proxy e mod_proxy_http moduli di apache in centesimi
  • yumdownloader vs repotrack
  • Ridimensiona XFS su CentOS dopo espandere Raid
  • Buona pratica per la gestione degli aggiornamenti dei pacchetti per molti server CentOS
  • CentOS centralizzato logging, syslogd, rsyslog, syslog-ng, mittente logstash?
  • 2 Solutions collect form web for “Installare il software su CentOS: binari o rpm?”

    Quale dovrei scegliere?

    Utilizzare RPM e attaccare con RPM. Gli RPM sono molto più semplici da usare, quindi il codice sorgente, sono più facili da aggiornare e installare gli aggiornamenti della protezione, e ti farà risparmiare tempo a lungo termine. Posso aggiornare tutto il software nella mia casella CentOS in circa 5 minuti. Ci vorrebbe ore e ore, forse giorni, per fare la stessa cosa quando compilare dalla fonte.

    Inoltre, dal momento che sei nuovo nei sisthemes Linux, vuoi che il tuo sistema sia in linea con quello che utilizza il resto della comunità, in modo che gli esempi presenti nei documenti e nei post sui forum corrispondano a quelli disponibili sul tuo sistema locale. Di norma la documentazione presuppone che il software sia stato installato tramite RPM. Se si dispone di un sistema ibrido basato su RPM, ma dopo aver installato una dozzina di programmi dal codice sorgente, il debug sarà più difficile e richiederà maggiori conoscenze e abilità.

    La compilazione dalla fonte è più complicata e richiederà di risolvere i problemi di dipendenza durante la compilazione. Prima di poter compilare il software, sarà necessario installare dependencies, quali file di intestazione, compilatori sul sistema e spesso installati tramite RPM.

    Tuttavia, rileviamo che RHEL e CentOS generalmente si trovano con una versione principale di un prodotto (ad esempio CentOS5 fornisce un RPM per PHP 5.3, ma non fornirà mai un RPM per il 5.4). Le correzioni di sicurezza e alcune modifiche di funzionalità sono "backported" da RedHat nella versione corrente.

    Installare dalla fonte se si desidera una versione particolare del software che non sia disponibile da CentOS o se si desidera personalizzare il codice sorgente da soli. Per cominciare, cercare di evitare questo.

    Per ImageMagick, installare il RPM fornito da CentOS. Se non soddisfa le tue esigenze, ricerca la versione desiderata e installala dalla fonte.

    rpm -Uvh o usare yum

    Usa yum, che è un avvolgitore intorno RPM (le librerie RPM) e fa molto del lavoro per te. Ancora una volta, questo ti farà risparmiare tempo.

    RPM viene utilizzato per installare un RPM da un file locale, il che significa che dovrai trovare il RPM e scaricarlo e tutte le sue dependencies. Yum esegue il controllo delle dependencies e scaricherà e installerà l'RPM per te.

    i binari passeranno automaticamente a / usr / bin

    Lo preferisco quando il codice sorgente mette i binari in /usr/local/bin e non /usr/bin . /usr/bin è per il software fornito dal fornitore e /usr/local/bin dovrebbe essere riservato ai pacchetti compilati localmente. Se il codice sorgente installa i binari in /usr/bin , significa che questi binari potrebbero essere sostituiti accidentalmente dopo aver eseguito l' yum update --yes .

    Vedi anche https://unix.stackexchange.com/questions/8656/usr-bin-vs-usr-local-bin-on-linux

    Ci sono altre varianti Unix che compilano tutto il software dalla fonte, ma questi sisthemes tendono ad avere buoni methods e buoni strumenti per mantenere tutti questi file di origine organizzati. FreeBSD è un sistema operativo popolare in cui gli amministratori tendono a compilare software dai pacchetti di origine chiamati "Porte", ed è un ottimo modo per conoscere il sistema operativo e il codice sorgente.

    • Cerco di rispettare i pacchetti di distribuzione quanto più ansible. Tende ad essere un approccio più coerente alla gestione del software. Se si trovano elementi che non sono disponibili come pacchetti RPM, è ansible creare i propri RPM dai tarball di origine.

    • Se scegliete RPM, utilizzando yum è un mezzo per tirare il software da un repository software e installarlo tramite RPM. RPM è il framework effettivo di gestione dei pacchetti.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.