linux: come modificare in modo permanente e globale le variables di ambiente

Voglio fare quanto segue per each utente che accede alla mia casella di linux:

export PATH=$PATH:~/.path 

E non so come farlo oltre a aggiungere manualmente quella row in each file ~ / .bashrc.

  • Imansible recuperare da un RAID fallito
  • Trovare gli ultimi login effettivi e tentativi falliti di un server CentOS
  • Rsync consente di sincronizzare i file in entrambi i modi?
  • crea chroot utente al primo login
  • Espandere l'arrays Dell sul server VMWare ESXi
  • Condivisione NFS con l'authentication Kerberos
  • Inoltre, un mio lavoro cron eseguire un programma e voglio (per quel cronjob) il PYTHONPATH impostato su qualcosa di specifico. eventuali file .bashrc influenzeranno l'ambiente di cronjob? Come modificare l'ambiente di un cronjob?

    Inoltre, sono ora curioso di come cambiare la variabile PATH in fase di avvio. Altri programmi sembrano farlo quando vengono installati, quindi come faccio a fare questo?

    2 Solutions collect form web for “linux: come modificare in modo permanente e globale le variables di ambiente”

    Ambienti per le conchiglie

    In sostanza, tutto ciò che esegue processi tende a leggere un file di configuration all'avvio e per influenzare l'ambiente di ciò, è necessario colpire il file di configuration.

    Per le shell utente, i luoghi "ovvi" sono .profile , .bashrc , .bash_profile (credo) e forse un paio di altri che non mi ricordo. Ovviamente, più e altri se si utilizza zsh , csh , tcsh o qualsiasi altra cosa come shell.

    Ci sono file di initialization legati all'ambiente di finitura, che può essere KDE o Gnome. Il particolare gestore di window che si esegue sotto si può anche leggere un file di configuration. Ammetto di non conoscere i nomi di tali file anche per la mia installazione.

    Infine, ci sono generalmente i file di configuration "master" per tutti quegli ambienti da qualche parte in /etc Forniscono i valori predefiniti per le cose che gli utenti non lo fanno.

    Penso che i programmi che si installino controllano coscienziosamente le varie possibilità. Diverse distribuzioni Linux possono offrire alcuni script di aiuto per questo.

    cron

    Questo è molto più facile. Per motivi di sicurezza, cron passa solo un paio di variables di ambiente ai sottoprocessi, SEMPRE. Penso che l' USER sia uno di questi e MAILTO un altro. Per quanto ne so, non esiste un set PATH – questo spesso infastidisce i neofiti. L'ambiente di un lavoro cron è completamente diverso dal tuo ambiente shell! Tutto ciò che vuoi nell'ambiente, puoi passare nella row di command in crontab oppure avviare uno script e lasciare che metti in piedi qualsiasi ambiente che abbia bisogno.

    Per applicare una modifica bashrc a tutti gli utenti, è ansible modificare /etc/bash.bashrc (Questo è per Ubuntu).

    Inoltre, come indicato nella risposta precedente, assicurarsi che questo file sia proveniente da /etc/profile .

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.