Migrazione di AWS EC2 m3.large a m4.large

Le nuove istanze m4 sembrano molto meglio delle istanze precedenti di m3 (per quanto riguarda le performance e il pice), per cui le farò come istanze predefinite per i nostri servizi cloud. Questi servizi sono andati in precedenza su istanze m3, quindi ho voluto eseguire un aggiornamento regolare utilizzando l'opzione 'change instance type'. Ma sembra che non sia disponibile per la migrazione da m3 a m4. So che è ansible spostare il servizio da un'istanza all'altra creando un'image disco da quella originale e quindi avviando una nuova istanza basata su quella image. La domanda è, se è ansible eseguire questa migrazione in modo più elegante? Qualsiasi consiglio è apprezzato.

3 Solutions collect form web for “Migrazione di AWS EC2 m3.large a m4.large”

Hai due opzioni:

1 – Reprovision

Come indicato dalla EEAA, è ansible eseguire una nuova istanza, configurarlo utilizzando uno strumento di gestione delle configurazioni (se il server viene utilizzato nella produzione, si dovrebbe utilizzare la configuration) o ripristinare un backup e quindi eseguire la migrazione dei servizi e re-point DNS .

Questo approccio è molto semplice se si utilizza la gestione della configuration o l'autoscaling.

2 – Ridimensiona

2.1 Istanze supportte da EBS

È ansible ridimensionare manualmente l'istanza tramite la console Amazon. Per istruzioni dettagliate, vedere la documentazione Amazon .

Questo approccio è utile quando si dispone di un'istanza autonoma.

2.2 – Esempi di istruzioni di archivio di archivio

Se si utilizza un'istanza con istanza di istanza di istanza, è necessario eseguire la migrazione creando un AMI dell'istanza, distruggendo l'istanza corrente e creando una nuova istanza utilizzando l'AMI appena creato. I dettagli su come farlo sono nella stessa risorsa di documentazione di Amazon .

Risposta:

  1. Avviare un Ubuntu HVM linux, qualsiasi versione, nuova

  2. Avviare un Ubuntu / con il mio esistente AMI / PVM linux e installare i pacchetti grub su di loro: apt-get install grub-pc grub-pc-bin grub-legacy-ec2 grub-gfxpayload-lists

  3. Stop PVM linux

  4. Separare la partizione di root (/ dev / sda1) a PVM linux

  5. Colbind la partizione di root Linux PVM a eseguire HVM linux da qualche parte, ad esempio: / dev / sdf

  6. Su HVM linux: mkdir -p /mnt/xvdf && mount /dev/xvdf /mnt/xvdf

  7. rsync -avzXA /boot/ /mnt/xvdf/boot/

  8. mount -o bind /dev /mnt/xvdf/dev && mount -o bind /dev/pts /mnt/xvdf/dev/pts && mount -o bind /proc /mnt/xvdf/proc && mount -o bind /sys /mnt/xvdf/sys

  9. chroot /mnt/xvdf

  10. grub-install --no-floppy --recheck --force /dev/xvdf

  11. update-grub2

  12. output chroot: CTRL + D

  13. arrestare HVM Linux

  14. staccare / dev / sda1 radice originale e staccare la directory / dev / sdf PVM

  15. colbind la directory PVM a HVM Linux come / dev / sda1

  16. Avviare HVM linux, voilà!

  17. Creare una nuova image AMI dall'hVM linux in esecuzione, sarà HVM virtualizzato.

Tratto da: https://stackoverflow.com/posts/26276763/edit

Se è ansible tollerare alcuni minuti di inattività:

  • Creare l'istanza m4, ma non avviarlo e non creare o colbind la memory
  • Arrestare l'istanza m3
  • Colbind il volume EBS esistente dall'istanza m3 alla nuova istanza m4
  • Avviare l'istanza m4. Deve comportrsi come l'esempio m3
Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.