Qual è l'impatto di aumentare i limiti "nofile" in /etc/security/limits.conf?

Ho trovato un certo numero di articoli che descrivono come aumentare i limiti per il numero di file aperti tramite /etc/security/limits.conf, ma non capisco l'impatto di farlo. Molte volte vedo la gente che aggiorna 1024 a 2048. Ok, quelle lime di file devono costare RAM o qualcosa del genere. Perché non aumentarlo a 100000? Quale risorsa sto mangiando con file aperti?

Una domanda su come aumentare i limiti: https://stackoverflow.com/questions/34588/how-do-i-change-the-number-of-open-files-limit-in-linux

  • samba è bloccato ad un massimo di 1024 file aperti
  • Comprendere ulimit -u
  • Squid che esce dai descrittori di file su Ubuntu
  • Come entra in gioco l'ulimit al volo?
  • Come limitare l'utilizzo della memory secondaria di Apache?
  • capire i file descrittori max per linux e nginx e il valore migliore per worker_rlimit_nofile
  • Perché ulimit mostra diverse uscite?
  • Trovare l'origine di un ulimit
  • 2 Solutions collect form web for “Qual è l'impatto di aumentare i limiti "nofile" in /etc/security/limits.conf?”

    Questo è il limite per il numero di file che un singolo process può avere aperto alla volta. Anche i connettori, i tubi ei terminali contano. Non esiste quasi nessun software in grado di gestire più di 20.000 file aperti alla volta, quindi non c'è alcun motivo per impostare il limite superiore a quello.

    Proprio come aggiungere quel valore di nofiles dipende da "/ proc / sys / fs / nr_open" come sopra e ulimit usa setrlimit () per impostare il limite delle risorse.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.