Quando utilizzare indirizzi IP routabili o non routabili

Come lo capisco, esistono diversi intervalli IP non-routabili :

  • class A spazio riservato 10.0.0.0/8
  • la class B ha riservato lo spazio 172.16.0.0/12
  • class C spazio riservato 192.168.0.0/16
  • class E riservata alla ricerca 240.0.0.0

Ma immagino che non capisco fondamentalmente la differenza tra "routable" o "non-routable". Quando è desiderabile il routable su non-routable, e viceversa?

  • Formattare il traffico in output per controllare le velocità di download con Linux
  • IPv4 su IPv6?
  • Cosa altro fa "netsh int ip reset" fare?
  • diversi comportmenti ACK (rallentamento del throughput?)
  • Perché utilizzare IPv6 internamente?
  • In Windows, utilizzando la row di command, come controllare se una port remota è aperta?
  • Come faccio a falsi pacchetti scesi (o effettivamente li fanno fallire)?
  • TIME_WAIT consuma i descrittori di file?
  • 3 Solutions collect form web for “Quando utilizzare indirizzi IP routabili o non routabili”

    Quelle gamme che elencate sono descritte in questa RFC 1918 – Allocazione di indirizzo per Internet privati

    Il titolo dà via il loro caso d'uso: "… per intranet privati" .

    Tutte le gamme di indirizzi IP sono tecnicamente eseguibili, incluse quelle elencate nella RFC. Ma sono spesso chiamati non-routable. Questo perché non sono destinati ad essere routabili o raggiungibili dall'internet pubblico. cioè non esistono routes su internet per queste gamme.

    Sono riservati a reti private. Il modo in cui una networking privata con una gamma IP RFC 1918 può raggiungere l'internet pubblico senza bisogno di pubblicare su questi routes di networking privata tramite un router situato tra l'intranet privato e l'internet che effettua la traduzione di indirizzi di networking o NAT. Ma questo è un altro argomento.

    Per quanto riguarda i motivi per cui desideri indirizzi non ritoccabili in primo luogo? Questa estrazione dalla RFC lo spiega.

    One challenge is a concern within the community that globally unique address space will be exhausted. A separate and far more pressing concern is that the amount of routing overhead will grow beyond the capabilities of Internet Service Providers. Efforts are in progress within the community to find long term solutions to both of these problems. Meanwhile it is necessary to revisit address allocation procedures, and their impact on the Internet routing system. 

    Immagino che sarò il contrarian su questo. IMO, troppe persone fanno troppo di un sforzo per cercare di correggere le persone quando parlano di indirizzi di class completa. Gli indirizzi riservati RFC 1918 sono stati scolpiti da quello che era al momento l'integer spazio di indirizzi di class. Infatti, each pezzo di documentazione che abbia mai letto sugli indirizzi RFC 1918 li riferisce a loro nelle loro designazioni di class. Penso sia perfettamente accettabile fare riferimento a indirizzi RFC 1918 come Classe A, Classe B, ecc.

    Per quanto riguarda il dibattito routable / non-routable lo pubblicherò (direttamente da RFC 1918):

      Because private addresses have no global meaning, routing information about private networks shall not be propagated on inter-enterprise links, and packets with private source or destination addresses should not be forwarded across such links. Routers in networks not using private address space, especially those of Internet service providers, are expected to be configured to reject (filter out) routing information about private networks. If such a router receives such information the rejection shall not be treated as a routing protocol error. 

    Questa descrizione descrive in modo perfetto e sintetico la natura "non rutabile" degli indirizzi RFC 1918 e, in quanto tale, rende perfettamente accettabile riferirsi a IMO come non routabile.

    Penso che sia troppo tempo per discutere di questo. Se qualcuno si riferisce a uno spazio di indirizzi RFC 1918 come class A, class B, ecc. E li riferisce a come non-routable allora sono perfettamente bene con quello. So cosa intendono quando dicono che e così dovrebbero tutti gli altri. Anche per la networking "noob", la comprensione di class-piena indirizzamento, lo spazio di indirizzi RFC 1918, così come CIDR è fondamentale per sviluppare una forte comprensione del networking.

    Inoltre:

    RFC 1918 si riferisce a questi intervalli di indirizzi privati ​​utilizzando sia termini CIDR che class-full, come nei seguenti esempi:

     We will refer to the first block as "24-bit block", the second as "20-bit block", and to the third as "16-bit" block. Note that (in pre-CIDR notation) the first block is nothing but a single class A network number, while the second block is a set of 16 contiguous class B network numbers, and third block is a set of 256 contiguous class C network numbers. 

    E

     If a suitable subnetting scheme can be designed and is supported by the equipment concerned, it is advisable to use the 24-bit block (class A network) of private address space and make an addressing plan with a good growth path. If subnetting is a problem, the 16-bit block (class C networks), or the 20-bit block (class B networks) of private address space can be used. 

    Non posso trovare alcuna dichiarazione in RFC 1918 che preferisce un termine sull'altro e forse sarebbe stato meglio se RFC 1918 non fosse così ambigua con l'utilizzo di entrambi i termini, ma è quello che è. Il mio unico punto qui è che penso che sia il momento di smettere di colpire persone sopra la testa quando usano i termini "class" o "class-full" quando si riferiscono a questi indirizzi IP indirizzo. Se una persona capisce l'indirizzamento del IP, allora capisce l'uso di entrambi i termini quando incontrano uno (o entrambi) in discussione o in letteratura / documentazione. Per la persona che sta imparando l'indirizzo IP, allora è la mia opinione che avere una solida comprensione dell'interazione completa a livello classico va a lungo per comprendere l'indirizzo di IP in generale e mette le basi per comprendere l'indirizzamento senza class.

    Gli spazi di indirizzi IPv4 privati ​​sono routabili e le aziende li utilizzano per reti interne. È ansible utilizzarli con protocolli di routing come OSPF, BGP. A volte le persone li annunciano pubblicamente (BGP), per errore.

    Tutte le moderne attrezzature usano CIDR. Anche MS-DOS support CIDR. Le classi di networking e la terminologia sono obsolete. Dovrebbe essere studiato solo per ragioni archeologiche.

    L'unica differenza tra gli spazi di indirizzi IPv4 privati ​​e quelli pubblici è che i privati ​​non sono unici su Internet e sono destinati ad essere utilizzati internamente. Ma questo non ti impedisce di avere un accordo con un vicino AS e utilizzarli tra te e il tuo prossimo. In questo caso "internamente" significa tra voi due. Sì, è una ctriggers pratica, ma è ansible.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.