sysctl -p /etc/sysctl.conf restituisce l'errore

In un'installazione nuova di CenotOS 6 in un VPS dopo l'esecuzione di sysctl -p /etc/sysctl.conf ho avuto questi errori:

 error: "net.bridge.bridge-nf-call-ip6tables" is an unknown key error: "net.bridge.bridge-nf-call-iptables" is an unknown key error: "net.bridge.bridge-nf-call-arptables" is an unknown key 

Qual è il punto di partenza per risolvere questi errori?

  • Perché le impostazioni `net.inet.ip.forwarding` e` net.inet.ip.fw.enable` del kernel sysctl rimangono abilitate anche dopo aver distriggersto su un Xserve che esegue 10.6.8?
  • Dopo aver eseguito il debian box, ignorare i valori sysctl.conf
  • sysctl: imansible stat / proc / sys / net / ipv4 / netfilter / ip_conntrack_max: Nessun file o directory
  • Come effettuare le impostazioni del ponte di networking sysctl persistono dopo un riavvio?
  • OOM invocato con un sacco di swap gratuito
  • Impostare i parametri sysctl.conf con Puppet
  • Come si modifica tcp_congestion_control su OpenVZ?
  • Imansible accedere a Ubuntu EC2 ssh, Connessione a Server-IP chiuso
  • 5 Solutions collect form web for “sysctl -p /etc/sysctl.conf restituisce l'errore”

    Parli nella tua domanda che stai utilizzando un VPS. Che tipo di VPS? Sembra che sei in un OpenVZ VPS. Se è OpenVZ, sta condividendo il kernel tra molti contenitori come il tuo e non puoi modificare la configuration del kernel per contenitore ma direttamente sull'host. Realmente costruisco un contenitore pieno di centesimi di OpenVZ e ho cercato di applicare il kernel config net.bridge.bridge-nf-call-ip6tables = 0 seguito da sysctl -p e ho ottenuto lo stesso errore che fai. Se ne hai veramente bisogno, significa che potrebbe essere necessario pensare a cambiare il tipo di virtualizzazione che stai utilizzando o puoi provare a contattare il tuo fornitore di servizi e chiedergli di abilitare questa impostazione.

    Migliore.

    Provare:

     modprobe bridge lsmod | grep bridge 

    Non si caricano quei moduli nel kernel.

    Ci sono diversi bugreport su questo su Red Hat Bugzilla, ad esempio qui , qui e qui .

    Basta rimuovere le righe oppure eseguire sysctl -e -p invece che sysctl -p .

    Ottieni gli errori perché non è stato caricato il module kernel bridge . Tre scelte:

    1. Caricare il module se ne avete bisogno
    2. Commentate quelle righe da /etc/sysctl.conf
    3. Lasciate che sysctl ignori gli errori dandogli la bandiera -e .

    Questo è stato risolto in un errore rosso: RHBA-2015: 1289 (Possibilmente paywall).

    In sintesi – la correzione è quella di spostare la configuration da sysctl.conf a modprobe.d/dist.conf :

    Eliminare le linee offensive da /etc/sysctl.conf

     sed -i '/net.bridge.bridge-nf-call-/d' /etc/sysctl.conf 

    E aggiungi il comportmento al tuo /etc/modprobe.d/dist.conf

     cat <<EOF>>/etc/modprobe.d/dist.conf # Disable netfilter on bridges when the bridge module is loaded install bridge /sbin/modprobe --ignore-install bridge && /sbin/sysctl -q -w net.bridge.bridge-nf-call-arptables=0 net.bridge.bridge-nf-call-iptables=0 net.bridge.bridge-nf-call-ip6tables=0 EOF 

    Quale imposta i valori correttamente al carico del module bridge o semplicemente aggiorna i tuoi rpms alle versioni

     module-init-tools-3.9-25.el6 initscripts-9.03.53-1.el6 

    Entrambi sono presenti per impostazione predefinita in RHEL 6.8

    Se qualcuno è interessato alla storia dietro questo, è presente qui con una spiegazione.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.