un solo avvio PXE da Linux su hardware HP Proliant

Quindi, utilizzo Systhemesmager per fornire nuovi CentOS 5.3 host tramite PXE. Abbiamo un paio di server che sono solo obiettivi di prova che riprenderemo un paio di dozzine di volte al giorno e, normalmente, portrli a PXE-boot è semplice come accedere alle loro interfacce iLO, riavviare e colpire F12 all'appropriato tempo. La mia domanda è, è ansible comunicare al server tramite la linux commandline per eseguire un "boot PXE un tempo" durante il suo riavvio successivo? Ogni ciclo di reimage mi avrebbe salvato molti minuti di clic, digitando, aspettando che Java carichino la console del ilo, ecc. So che Dell ha questa funzionalità tramite OpenIPMI, ma stavo chiedendo se HP avesse funzioni simili.

Grazie molto! –Lee

  • PXE apre Windows PE da Linux
  • PXE Boot PCLinuxOS ISO
  • PXE-E32 TFTP apre il timeout durante il tentativo di avvio di PXE dai servizi di distribuzione di Windows
  • Utilizza l'image di sistema di avvio di GRUB / GRUB2 per PXE
  • Come individua un host un server PXE?
  • L'avvio multiplo di PXE non aggiusta l'impostazione del server successivo
  • Installazione di Windows OS sull'archiviazione ISCSI san utilizzando iPXE BOOT
  • L'avvio PXE non riesce ad get l'indirizzo IP tramite DHCP, ma DHCP funziona quando il sistema operativo è stato avviato
  • 3 Solutions collect form web for “un solo avvio PXE da Linux su hardware HP Proliant”

    Questo dovrebbe essere ansible con ipmitool. Corri:

    ipmitool chassis bootdev pxe 

    E il prossimo avvio dovrebbe essere un avvio PXE.

    Modifica : questo non sembra funzionare per HP iLO2. Tuttavia, è ansible eseguire l'accesso SSH all'interface iLO2 e riconfigurarla lì mediante l'emissione

     set /system1/bootconfig1/bootsource5 bootorder=1 

    Sui sisthemes che non supportno l'avvio da chiave USB sarà invece bootsource4 . Per dettagli completi, vedere il riferimento di scripting iLO2

    È ansible emettere questo command come un argomento per ssh e che dovrebbe funzionare bene.

    Così ho capito questo con l'aiuto di un collega. È un hack sporco, sporco, ma funziona! HP Proliants (alless adesso alla fine del 2009) cercherà di avviare da un CDROM, quindi provare il disco rigido, quindi provare una chiavetta USB e poi faranno un boot PXE. Dato che sono in each caso ripristinando i server, ho capito che se avremo comunque bloccato il settore di avvio e immediatamente riavviamo, HP boxen passerà attraverso il process di avvio, bypassando il disco rigido perché non esiste alcun MBR e immediatamente il boot PXE. Ho scritto uno script che emette i comandi dd in questo modo:

     #!/bin/bash # This is meant to assist in re-imaging a server. This will blow away the # main partition of a given box, forcing it to pxe-boot next boot. # Naturally, don't be an idiot and run this on a machine you DON'T want nuked # from orbit echo "Nuking from orbit will commence in 5 seconds. Ctrl-C if this NOT what you want." echo "You have been warned!" sleep 8 dd if=/dev/urandom of=/dev/cciss/c0d0 bs=512 count=2 dd if=/dev/urandom of=/dev/cciss/c0d0p1 bs=512 count=2 dd if=/dev/urandom of=/dev/cciss/c0d1p1 bs=512 count=2 dd if=/dev/urandom of=/dev/cciss/c0d2p1 bs=512 count=2 sync echo "Nuke complete! Rebooting in 5..." sleep 5 reboot 

    HTH! –Lee

    In alternativa, utilizzare gli strumenti del supporto HP Proliant Support (rpm chiamato hp-health) … c'è un programma CLI chiamato 'hpbootcfg' che farà esattamente quello che vuoi: USO: bootcfg [-F -C -H -T] [-S -Q -R -P] [-r -d -n -b] -D Imposta gli Defaults ovunque

      -F Floppy first -C CD ROM first -H Harddrive first -T Tape first -S one time boot to system configuration utility -Q one time boot to quick configuration utility -R one time boot to RBSU -P one time boot to PXE -r one time remote -d one time remote dial out -n one time remote network -b bypass F1/F2 
    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.