Xen vs KVM nelle performance

Che cosa è più veloce sullo stesso hardware – Xen o KVM?

Sto cercando di prendere una tecnologia di virtualizzazione per funzionare, che fornisce le migliori performance.

  • Direttamente in avanti a Virtualise con XEN o KVM su IBM Server System x3650 M4 791562G?
  • Condivisione di IP statici tra le maschere virtuali
  • Perché eth0 e vmbr0 (bridge) hanno gli stessi indirizzi MAC?
  • Come faccio ad aumentare la dimensione di swap su una macchina ospite xen usando xm?
  • Come ottimizzare il nostro server MySQL?
  • Ponte di networking in dom0 non può ping domU
  • Ci sono alcuni parametri qui che ho trovato sul tema: http://virt.kernelnewbies.org/XenVsKVM

    Essi mostrano KVM come vincitore, con differenze significative nelle performance – che va contro l'idea che KVM è un hypervisor di tipo 2 e per definizione dovrebbe essere più lento quindi gli ipervisori di tipo 1 (come Xen) – o alless quello che articoli sul web dicono.

    Qualche idea sul tema?

    Grazie!

    7 Solutions collect form web for “Xen vs KVM nelle performance”

    Quel benchmark è solo confrontando la velocità dell'origine natale con un solo os ospite. Difficilmente un test del mondo reale. Non credo che avrei posto molto peso su di esso. La maggior parte del field KVM sostiene che Xen richiede troppi interrupt e luppolo tra lo spazio del kernel e degli utenti, ma dalla maggior parte dei benchmark più reali del mondo reale che ho visto che non è stato realmente realizzato e Xen sembra essere un po 'più veloce di KVM . Mi dispiace di non avere un collegamento per renderlo utile. Ma dirò che KVM sta migliorando velocemente e sembra essere in grado di raggiungere rapidamente la funzionalità e la stabilità.

    A quale approccio è meglio. Il field Xen affermerà che un vero ipervisore di peso leggero è necessaria la virtualizzazione per essere sicura e veloce. Xen sta anche iniziando a essere supportto da firmware da parte di alcuni fornitori, che è anche bello. Il field KVM discuterà che KVM è più semplice e che Linux è in grado di essere un buon hypervisor.

    Alla fine non è ancora chiaro quale direzione vincerà in ultima analisi. Xen certamente ha un inizio di testa e già ha una bella quota di mercato già. Ma non è ancora nel kernel principale. Speriamo che questo cambierà presto e ci è stato certamente molto parlato di questo nella list dei kernel negli ultimi mesi. RedHat è nel field KVM ora e lo spingerà come piattaforma di virtualizzazione di scelta. RHEL 5.4 che sta per uscire presto sarà il primo ad includerlo. Così probabilmente attireranno negozi che non sono ancora stati lanciati o impegnati in una piattaforma di virtualizzazione.

    Per quanto riguarda gli strumenti, sia Xen che KVM utilizzano libvirt e qemu e gli strumenti associati a loro. Così condividono molti degli stessi strumenti come virt-manager.

    Usiamo Xen al lavoro e funziona bene per noi. Ma sto guardando in KVM a causa di alcuni problemi di inoltro USB e passato PCI non sono riuscito a risolvere con Xen. Non sono sicuro che KVM sia meglio in questo ma credo che scoprirò una volta che lo provo. Una cosa che ho notato nel ricercare i miei problemi USB è che la documentazione di KVM è più giudicabile e organizzata rispetto a quella di Xen. Ma non esiste una perfetta piattaforma di virtualizzazione, per cui dovrai capire cosa ha senso per te.

    Personalmente scelgo la virtualizzazione basata sull'usabilità, il supporto, l'affidabilità e l'idoneità per le macchine virtuali che state usando.

    I tassi di trasferimento dei dati di networking Xen sembrano essere buoni come hardware vero, ma ho anche avuto alcune battaglie con Xen e vLans e più tabs Ethernet. Non ho esperienza di KVM, ma suggerirei anche di considerare VMWare ESX (i) pure.

    Trovenetworking informazioni molto interessanti sull'argomento nella seguente presentazione: http://www.xen.org/files/xensummitboston08/Deshane-XenSummit08-Slides.pdf

    La persona che ha fatto questo è un esperto Xen, ma il confronto sembra piuttosto giusto.

    Potrei uscire su un arto qui, ma non credo che le performance crude siano le metriche più importnti per quanto riguarda le tecnologie come questa.

    Penso che l'usabilità e l'interface siano importnti, nonché gli strumenti per supportre un'infrastruttura affidabile. Mi sembra che Xen abbia un insieme molto più robusto di applicazioni esistenti che lo supportno rispetto a KVM. Questo potrebbe non essere il caso, poiché non ho prove per sostenerlo.

    Qualunque cosa tu vada con, decidere quale soluzione migliore è per te, e guardare l'integer pacchetto, non solo le performance grezze.

    FWIW: La risposta dipende interamente dalle tue esigenze, ora e in futuro.

    Sì, so che è una risposta inutile. Purtroppo, è vero. La tua scelta di virtualizzazione influenzerà praticamente tutto ciò che fai in seguito, quindi dovrai farle alcune domande.

    (1) La differenza tra il 97% delle performance naturali e il 96% delle performance naturali (i dati sono stati estratti dall'aria) è veramente importnte per te?

    (1a) Se si fa meglio con l'accesso HD (che significa veramente che stai usando un grande database di whacking o non puoi permettersi la RAM aggiuntiva) e l'altra fa meglio con la networking, cosa più importnte per te ?

    (2) Sei sicuro di utilizzare gli strumenti forniti con una sola soluzione?

    (3) Il fatto che uno sia (sorta) nativo nei recenti kernel Linux e l'altro non fa la differenza?

    (3a) Tu, o sei mai stato … er … avresti mai bisogno di eseguire un diverso sistema operativo sotto la virtualizzazione? Non deve essere Windows. Potrebbe essere FreeBSD, o anche Haiku, o qualunque cosa. (Xen probabilmente vince qui, ma ti suggerisco di controllare.)

    Guardando l'image grande, vedo KVM come risposta Linux alle zone Solaris. (Preferisco avere zone di Solaris, ma vedo il parallelo.) Vedo Xen come una tecnologia matura hypervisor con supporto per più OSes, ma poi se non hai bisogno di più OS, non import tanto.

    Per essere assolutamente onesti, non si può andare molto sbagliato in entrambi i modi (date le cave sopra). Preferisco Xen, perché sono andato a Cambridge; ma poi, se lavorassi per RH, probabilmente preferirei KVM.

    Molte delle difficoltà o della facilità nell'impostazione di KVM dipendono dalla distribuzione. Scegliere una distribuzione Xen-centrica renderà Xen più facile. Scegliere una distribuzione KVM-centrica renderà KVM più facile.

    La domanda degli strumenti è un po 'irrilevante perché entrambi utilizzano libvirt. Ciò significa che si utilizzano gli stessi strumenti di gestione per entrambi nella maggior parte dei casi.

    Da ciò che ho letto, KVM si integra con il kernel di linux e ha più accesso diretto all'hardware. Quando hai un'integrazione più severa, ciò dovrebbe comportre performance più rapide.

    Tuttavia, come ha detto Matt nella sua risposta in precedenza, ciò che conta è l'utensile. Ho messo da parte circa 5 ore per giocare con KVM ed è difficile. Ho deciso di aspettare altri 6 mesi per vedere se qualcuno fa alcuni strumenti migliori prima di saltare.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.